Regolamento

Approvato nella seduta del Consiglio Direttivo del 19 giugno 2018 e modificato il 24 maggio 2021

 

Art. 1 OGGETTO 

Il presente regolamento ha lo scopo di dare attuazione, con previsioni di dettaglio, alle disposizioni dello Statuto in tema di organizzazione e gestione della Società e posto che in caso di divergenze interpretative prevarranno in ogni caso i disposti statutari.

Art. 2 OBBLIGHI ISTITUZIONALI 

La SIN ottempera ai suoi obblighi istituzionali di cui all’art.3 dello Statuto:

– istituendo Commissioni Consultive; Task-force, Gruppi di studio e di Lavoro e collaborando con altre similari organizzazioni pediatriche della SIP e di altre Società Scientifiche o Associazioni sindacali; 

– organizzando Congressi Nazionali di Neonatologia, Convegni, Corsi di aggiornamento, Corsi di formazione manageriale e Corsi di formazione continua accreditabili dagli organi competenti o altre adunanze a carattere regionale o interregionale; 

– promuovendo dibattiti su temi di interesse sanitario generale che interessano il neonato o la salute materno-infantile; 

– proponendo nelle varie sedi istituzionali (Parlamento, Governo, Regioni, ecc.) l’adozione di provvedimenti legislativi in favore del neonato e della madre; collaborando alla programmazione nazionale e regionale relativa all’area materno-infantile ed alla elaborazione degli ordinamenti e della normativa per i profili professionali attinenti all’assistenza neonatologica; 

– provvedendo a pubblicazioni tecniche, anche a carattere diffusivo, ed a tutte quelle altre azioni che siano utili agli scopi prefissati; 

– istituendo o gestendo Borse di Studio o Premi Scientifici, promuovendo e finalizzando attività di ricerca. 

Art. 3 SOCI 

I Soci della SIN, così come previsto dall’art.4 dello Statuto, vengono distinti in: 

– Soci Ordinari; 

– Soci Specializzandi;

– Soci Aderenti;

– Soci Onorari.

Art. 4 SOCI ORDINARI/ SPECIALIZZANDI/ ADERENTI – ISCRIZIONE 

Per ottenere la nomina a Socio Ordinario/ Specializzando/Aderente occorre: 

– presentare domanda al Presidente della SIN, unitamente a documentazione che attesti il possesso dei requisiti di cui all’art. 4 dello Statuto, corredata dalla firma di presentazione di due Soci Ordinari.

– specificare se l’aspirante socio è iscritto o meno alla SIP; 

– allegare alla domanda la ricevuta del versamento della prima quota annua, che verrà restituita in caso di non ammissione. 

L’accoglimento della domanda di iscrizione spetta al CD che può dare mandato al Presidente di deliberare direttamente in merito. La domanda di iscrizione deve essere esaminata dal CD entro 90 (novanta) giorni dalla sua presentazione. La richiesta di iscrizione alla SIN del socio, ai fini dell’esercizio del voto elettivo, dovrà essere stata approvata dal CD nell’anno solare immediatamente precedente quello in cui si svolgeranno le elezioni. Ogni socio ordinario può al massimo presentare tre nuovi aspiranti soci all’anno. 

Art. 5 SOCI ORDINARI 

Ogni Socio Ordinario, purché iscritto alla SIN entro il 31 dicembre dell’anno precedente ed in regola con il pagamento della quota associativa, ha diritto di voto in Assemblea.

Ai fini del rinnovo delle cariche elettive, hanno diritto di accesso all’elettorato attivo e passivo i soci ordinari iscritti alla SIN entro il 31 dicembre dell’anno precedente a quello in cui sono fissate le elezioni per il rinnovo delle cariche elettive, in regola con il pagamento delle quote sociali, che abbiano saldato la quota dovuta per l’anno in corso almeno 30 giorni prima della data di inizio delle elezioni e comunque entro la data di presentazione della propria candidatura.  

Il diritto di voto attivo non può essere delegato. 

Art. 6 SOCI SPECIALIZZANDI/ADERENTI/ ONORARI 

Tutti i Soci Specializzandi, Aderenti e Onorari, purché iscritti alla SIN entro il 31 dicembre dell’anno precedente ed in regola con il pagamento della quota associativa, hanno diritto di voto in Assemblea.

Ai fini del rinnovo delle cariche elettive, hanno diritto di accesso all’elettorato attivo i soci specializzandi, i soci aderenti e i soci onorari iscritti alla SIN entro il 31 dicembre dell’anno precedente a quello in cui sono fissate le elezioni per il rinnovo delle cariche elettive, in regola con il pagamento delle quote sociali, che abbiano saldato la quota dovuta per l’anno in corso almeno 30 giorni prima della data di inizio delle elezioni.

I Soci Onorari, in numero non superiore al 3% del totale dei Soci Ordinari, sono esentati dal pagamento della quota associativa annuale. 

La nomina dei Soci Onorari è fatta dall’Assemblea Generale, su proposta motivata del CD o di almeno 50 Soci Ordinari. 

Art. 7 DECADENZA DEI SOCI 

Un Socio può essere considerato decaduto per:

– dimissioni volontarie, che devono essere inviate per iscritto al Presidente della Società; 

– mancato pagamento per tre anni consecutivi della quota associativa annuale;

– decadenza, pronunciata con giudizio insindacabile dal CD per motivi di grave scorrettezza professionale o scientifica; 

– decadenza, pronunciata con giudizio insindacabile dal CD, per aver ripetutamente e dopo diffida scritta, disatteso e contrastato le direttive della Società.

Art. 8 DIRITTI-DOVERI DEI SOCI 

I Soci partecipano alle attività della Società e possono essere componenti delle Commissioni, dei Gruppi di Studio, delle Task-force; rappresentano nel loro ambito di lavoro la politica della Società e ne sostengono le direttive. Ogni Socio viene di ufficio iscritto nella Sezione Regionale dove presta la sua attività professionale.

I Soci si impegnano a sostenere uno sforzo unificante su base nazionale per favorire lo sviluppo della neonatologia, a ridurre la parcellizzazione delle energie, a tendere all’unificazione delle iniziative culturali e a partecipare al reperimento di fondi. 

Art. 9 QUOTA ASSOCIATIVA 

La quota associativa annua è fissata dall’Assemblea su proposta del C.D. Deve essere versata dai Soci entro il 31 gennaio dell’anno a cui si riferisce, nelle modalità proposte. In caso di mancata riscossione dopo il primo semestre il Tesoriere provvede a sollecitare il Socio con comunicazione personale; se il ritardo supera l’anno il Tesoriere invia al Socio un avviso di morosità e rimette la pratica al CD.   

 

Art. 10 QUOTA ASSOCIATIVA – RIPARTIZIONE 

Il Presidente delle Sezioni Regionali può chiedere un contributo massimo pari al venti per cento delle quote associative dei soci della propria regione in regola con la quota sociale, qualora abbia presentato al Tesoriere un rendiconto consuntivo dei fondi ricevuti l’anno precedente entro il primo trimestre dell’anno in corso. 

Art. 11 TESORIERE 

Il Tesoriere controlla il bilancio finanziario e gestisce i fondi della Società secondo le direttive del CD e prepara i bilanci da sottoporre all’approvazione del CD e dell’Assemblea, come previsto dall’art. 9 dello Statuto. 

Per la realizzazione dei suoi compiti può avvalersi di servizi e consulenze esterne, preventivamente autorizzate dal CD. 

 

Art. 12 SOCIO COOPTATO e SEGRETARIO DELLA SIN 

Il Presidente, sentito il CD, può cooptare per esigenze organizzative un socio che diviene a tutti gli effetti componente del Consiglio Direttivo, con esclusione del diritto di voto. 

Il CD nomina nel suo seno il Segretario, con il compito di redigere i verbali del CD, dell’assemblea generale, del consiglio interregionale, del Consiglio Nazionale e di eventuali commissioni cui partecipa con il Presidente o come un suo delegato. 

Art. 13 SEZIONI REGIONALI

Secondo quanto previsto dall’art. 14 dello Statuto è istituito un nucleo operativo che prende il nome di Sezione della (nome della regione o nome delle regioni aggregate), costituito dall’Assemblea, dal Presidente e dal Comitato di Coordinamento. Fanno parte della Sezione tutti i soci della SIN che prestano la loro attività professionale in quella Regione. I soci costituiscono l’Assemblea. La Sezione, riunita in Assemblea, elegge un proprio rappresentante, che prende il nome di Presidente, ed un Comitato di Coordinamento (CC) che affianca il Presidente. Il CC deve essere costituito da almeno tre consiglieri di cui uno con funzioni di Vicepresidente e uno con funzioni di Segretario e Tesoriere e comunque in numero massimo non superiore al numero delle province più 1 afferenti alla sezione. Il Presidente ed il Comitato di Coordinamento possono cooptare un ulteriore socio in relazione ad attività specifiche programmate. Il Presidente ed i componenti del CC sono eletti in votazione separata, dall’Assemblea. Essi durano in carica 3 anni e non sono immediatamente rieleggibili nelle rispettive funzioni. Il Presidente ed il Comitato di Coordinamento decidono se le elezioni si svolgeranno mediante votazioni residenziali e/o telematiche. L’elezione deve avvenire entro due mesi la scadenza del mandato ed avvenire nello stesso anno solare delle elezioni nazionali. Il Presidente uscente indice le elezioni regionali, fissandone la data con 60 giorni di anticipo e comunicandole con lettera ai soci. Le candidature vanno inviate per iscritto al Presidente uscente almeno 30 giorni prima della data fissata per la tornata elettorale.

I candidati (elettorato passivo) devono essere soci ordinari iscritti al 31/12 dell’anno precedente rispetto a quello della tornata elettorale ed in regola con il pagamento delle quote sociali al momento della comunicazione al Presidente della propria candidatura.

Hanno diritto di accesso all’elettorato attivo i soci specializzandi, i soci aderenti e i soci onorari iscritti alla SIN entro il 31 dicembre dell’anno precedente a quello in cui sono fissate le elezioni per il rinnovo delle cariche elettive, in regola con il pagamento delle quote sociali, che abbiano saldato la quota dovuta per l’anno in corso almeno 30 giorni prima della data di inizio delle elezioni.

Il Presidente uscente o un suo delegato garantisce la corretta attuazione delle operazioni di voto, ammettendo alle operazioni elettorali solo i soci in possesso dei relativi requisiti. All’atto del rinnovo delle cariche, i nominativi dei nuovi eletti ed il periodo del mandato dovranno essere trasmessi al Presidente della SIN, assieme al verbale relativo alle votazioni.

Qualora alla fine del mandato il direttivo della sezione regionale (Presidente e CC) non sia stato rinnovato, il Presidente della SIN nomina un Commissario ad acta che convoca l’Assemblea per nuove elezioni nei quattro mesi successivi alla scadenza del mandato. L’Assemblea è convocata almeno una volta l’anno dal Presidente per deliberare in merito ai programmi di attività e per approvare i rendiconti delle attività svolte ed il bilancio finanziario. Questi ultimi dopo l’approvazione devono essere trasmessi al Presidente della SIN. Le Sezioni non possono concedere patrocini, che sono esclusivi del CD nazionale.

In caso di vacanza del Presidente, le sue funzioni vengono assunte dal Vicepresidente sino al completamento del mandato. 

Art. 14 COMMISSIONI

Il CD può istituire Commissioni Consultive per lo studio di specifici problemi attinenti alle finalità della SIN e, su proposta del Presidente SIN, ne nomina i componenti ed il Presidente.

Le Commissioni hanno durata di un anno e possono essere rinnovate su delibera del CD.

Le riunioni delle Commissioni o Comitati devono essere autorizzate dal Presidente, che darà mandato al Tesoriere di procedere ai rimborsi delle spese sostenute a tal fine. Per tutta la durata del proprio mandato il Presidente di una Commissione Consultiva non potrà far parte del Consiglio Direttivo nazionale.

Art. 15 GRUPPI DI STUDIO 

I soci interessati a specifici argomenti possono costituire Gruppi di Studio (GdS) mediante richiesta al Consiglio Direttivo Nazionale (CD SIN), sottoscritta dalla firma di almeno 50 (cinquanta) soci in regola con l’iscrizione alla SIN.

L’istituzione, il regolamento e le principali iniziative dei GdS devono essere approvate dal CD SIN e non essere in contrasto con gli orientamenti generali della SIN.

Il CD SIN può designare un suo rappresentante presso il Comitato di Coordinamento (CC) del Gruppo.

I GdS dovranno produrre, con cadenza quantomeno triennale, ovvero nell’arco del mandato elettivo, un documento che illustri le attività svolte: indagini conoscitive (Survey), studi clinici multicentrici, protocolli operativi e linee-guida (LG) o raccomandazioni. Le suddette attività dovranno essere preventivamente approvate dal CD SIN.

Il CC del GdS può proporre al CD SIN la realizzazione di una linea guida (LG) o l’adattamento di una LG internazionale di propria competenza; la LG dovrà essere realizzata con metodologia GRADE.

Il GdS di Qualità delle Cure si farà carico, una volta prodotta la LG, della sua valutazione tramite AGREE II.

Possono iscriversi al GdS e partecipare ai lavori e le attività:

–  i soci SIN come previsto dall’art. 17 dello Statuto;

– i professionisti delle professioni sanitarie;

– professionisti interessati alle attività trattate dal GdS.

Il numero minimo per garantire la sopravvivenza del GdS è pari a 20 (venti) iscritti paganti. Una verifica verrà effettuato al 31 gennaio di ogni anno.

Le elezioni dei componenti del Comitato di Coordinamento di ciascun GdS avverranno con cadenza triennale, preferibilmente in occasione del Congresso Nazionale SIN.

Sono eleggibili alla carica di componenti del Comitato di Coordinamento del Gruppo di Studio i soci ordinari in regola con il pagamento delle quote associative che:

– siano iscritti alla SIN al 31 dicembre dell’anno precedente rispetto a quello elettivo;

– siano iscritti al Gruppo di Studio per il quale si candidano al 31 dicembre dell’anno precedente rispetto a quello elettivo;

– abbiano presentato la propria candidatura almeno 15 giorni prima rispetto alla data delle elezioni.

Tra le candidature pervenute, gli iscritti al GdS, riuniti in Assemblea, eleggeranno i Consiglieri. Nella stessa seduta i Consiglieri eletti eleggeranno il Segretario.

I Consiglieri eletti non potranno far parte del CC di altri GdS.

Il CC del Gruppo di Studio sarà così composto da:

– Segretario;

– Past Segretario (per il 1°anno di mandato);

– Consiglieri (da 3 a 9) in relazione al numero di iscritti.

Il Segretario ed il CC possono cooptare al suo interno i professionisti delle professioni sanitarie ed i professionisti interessati alle attività trattate dal GdS, in numero non superiore alla metà dei Consiglieri eletti, senza diritto di voto.

La tornata elettorale sarà ritenuta valida in presenza di un numero di iscritti votanti pari al numero dei componenti del Comitato di Coordinamento del Gruppo di Studio.

Art. 16 TASK-FORCES 

Il CD può costituire Task Force (TF) per singoli progetti indicandone gli obiettivi specifici, la dimensione, l’ambito di lavoro, l’eventuale impegno finanziario ed il termine e ne designa il responsabile nella figura di un esperto nel settore di competenza, scelto fra i soci.

I responsabili delle TF sono tenuti a partecipare alle riunioni del CD quando convocati per discutere argomenti attinenti alla attività della TF.

Possono far parte della TF anche esperti non soci, indicati dal responsabile della TF e ratificati dal CD.

I responsabili delle TF dovranno redigere una relazione annuale della loro attività da sottoporre all’approvazione del CD, che potrà provvedere alla pubblicazione e alla diffusione fra i soci.

Art. 17 CONGRESSO NAZIONALE 

Il Presidente della SIN è il Presidente del Congresso e, in armonia con il CD, nomina il Comitato Scientifico ed il Comitato Organizzatore. 

Il Comitato Scientifico propone il programma del Congresso indicandone i relatori; il CD procede ad approvare il programma del Congresso.

Il Comitato Organizzatore propone la quota di iscrizione e definisce gli aspetti pratico-organizzativi della manifestazione; il CD approva e sovraintende l’organizzazione insieme all’Agenzia prescelta.

Il Comitato scientifico valuta le comunicazioni pervenute entro il termine prefissato, proponendo al CD quali sono accettate e la modalità di presentazione 

 

Art. 18 PATROCINIO 

Il CD vigila che le iniziative di cui all’art. precedente si svolgono in modo coordinato. Il patrocinio della Società verrà dato solo a quei convegni o riunioni che, oltre ad essere meritevoli per l’impegno culturale e scientifico, rispettino i criteri stabiliti preventivamente dal CD.

I Soci che intendano ricevere il patrocinio per una loro iniziativa dovranno farne domanda scritta al Presidente, allegando il programma preliminare, almeno quattro mesi prima dello svolgimento e comunque prima della stesura del programma definitivo. 

L’accoglimento della domanda di patrocinio spetta al CD, che può dare mandato al Presidente di deliberare direttamente in merito. 

Le Sezioni Regionali della SIN non sono abilitate alla concessione di patrocini. 

Art. 19 ELEZIONI 

Il Presidente SIN, a norma di Statuto societario, indice le elezioni, che di norma sono effettuate in concomitanza con il congresso Nazionale. La data delle elezioni deve essere comunicata con almeno centoventi giorni di anticipo. Le operazioni per l’elezione del Presidente, del Vice-Presidente, del Tesoriere e dei membri del CD sono curate da una Commissione Elettorale. Il CD nomina il Presidente della Commissione e tre componenti almeno sessanta giorni prima dell’espletamento delle votazioni.

Il Presidente della Commissione è responsabile della correttezza delle operazioni elettorali.

La candidatura del Presidente, Vice-Presidente, Tesoriere devono essere sostenute dalle firme di almeno cinquanta soci. 

Le candidature dei componenti del CD devono 

essere sostenute dalle firme di almeno trenta soci, appartenenti all’area geografica del candidato.

Le candidature dovranno pervenire al Presidente della Società, che provvederà a trasmetterle alla Commissione Elettorale, almeno novanta giorni prima della data delle votazioni.

La Commissione Elettorale si assicura dell’assenso dei candidati e ne espone i nomi presso il seggio elettorale. 

Art. 20 RAPPORTI INTERNAZIONALI 

La Società può far parte di organizzazioni scientifiche internazionali, previa deliberazione del CD. La Società può partecipare ufficialmente a Congressi o manifestazioni scientifiche internazionali a mezzo di comitati rappresentativi, costituiti da uno o più delegati. La nomina di questi delegati ufficiali verrà fatta di volta in volta dal CD.

Art. 21 CONCORSI E PREMI 

La SIN può assumere la gestione di concorsi e di premi intesi al progresso della Neonatologia. 

Art. 22 MODIFICA REGOLAMENTARE 

Il presente Regolamento può essere modificato dal CD anche a maggioranza su proposta di almeno un appartenente al CD o su proposta formulata da almeno cinquanta soci e trasmessa al CD.